Antimo Sgura presenta il libro “Io sono buono” Il Falò edizioni

Antimo Sgura, Io sono buono

oggi vi presento Antimo Sgura e il suo libro, siamo curiosi di saperne di più..Trama, personaggi, storia…

Antimo, parlaci un pò del tuo libro edito da Il Falò edizioni “Io sono buono”


Certamente ! Allora vediamo che dire…Alessandro Pezzolla è un giovane ventottenne contemporaneo. Della generazione degli eterni incompiuti. È uno “buono” e lo è sempre stato, sin da piccolo quando veniva bullizzato. Da uno in particolare.
Simone Rimetti, coetaneo di Alessandro, è uno “cattivo”, o almeno prova ad esserlo.
Entrambi hanno conosciuto da pochi mesi delle ragazze che hanno stravolto e accentuato le loro vite sull’onda dell’infatuazione, andando ad insinuarsi nella loro psiche e nelle loro debolezze.
I destini dei due sono delle linee ondulate e contorte che tornano ad incontrarsi in un punto preciso. La fine dell’estate del 2016.

Cosa puoi dirci dei protagonisti e dei personaggi del libro?

In “Io sono buono” ci sono alcuni coprotagonisti che vogliono ritagliarsi lo spazio da prime donne del testo. Il maresciallo Guido Barella e don Antonio Mezzopene si ritrovano entrambi nel bel mezzo della vicenda e saranno parte attiva, chi con leggerezza e chi con maggiore efficacia.
La signora Marisa prova ad entrare nel romanzo, e a ritagliarsi i suoi momenti di gloria, comportandosi da classica videocamera mobile da paese.

Il libro si rifà ad un arco temporale ben preciso, Antimo?

La scelta di ambientare il romanzo durante la festività patronale di Francavilla Fontana è stata sia temporale, in quanto il periodo della festa andava ad intrecciarsi perfettamente con lo sviluppo della storia, sia mirata. Nel senso che mi piaceva l’idea di contrasto tra la festa, momento culmine dell’anno nella vita del paese, e la contemporanea preoccupazione dei personaggi della trama.

Se dovessi definirti in una categoria precisa dove inseriresti il tuo libro?

L’umorismo e la suspence, a volte anche ingiustificata, è il settore su cui vorrei collocarmi nella mia esperienza come scrittore. Sono consapevole che i miei testi potranno far storcere il naso agli amanti delle lunghe descrizioni e a chi cerca in ogni testo la risposta alle sue domande esistenziali. Non sono la persona giusta per darle, ci sono tantissimi autori infinitamente bravi nel farlo e che leggo spesso con ammirazione. Io provo solo a regalare alcune ore di spensieratezza e leggerezza a chi vuole ascoltare, leggere e immaginare anche per la prima volta. Provando nel mio piccolo a lasciare ampi spazi di riflessione al lettore spiattellandoli davanti i nostri comportamenti quotidiani.
“Io sono buono” è un romanzo per nulla impegnativo ma con tanti piccoli messaggi in bottiglia lasciati in mare e attesi su chissà quali spiagge.

Benissimo Antimo, dove possiamo trovarti?

Mi potete trovare sui social come Facebook , su Instagram mentre il libro sul sito del Falò edizioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: