Crotti B si racconta meglio su Passione Vera

Crotti B

Oggi intervistiamo  il rapper milanese Crotti B, alter ego del 18enne Cristian Cavalli, uscito con il suo ultimo lavoro “Clerville”. Un brano in cui racconta quanto sia difficile avere la nomea del tipo rude.

Il suo modo di abbigliarsi e di atteggiarsi sono mezzo di discriminazione in ambito lavorativo e talvolta anche con le ragazze con cui si approccia. Un cantante dalla forte personalità che abbiamo intervistato per voi.

Crotti B raccontaci un pò di te…

Difetti : impulsivo, pigro, troppo autocritico, moody, esagerato, un pochino permaloso e molto altro…
Pregi: la penna che Dio mi ha donato.

La passione per la musica non ha un giorno o un orario preciso, credo che non ci sia una nascita, penso sia una cosa insita in me da quando sono nato, c’è sicuramente stato un D-Day ma non lo rammento come un singolo evento, ma come un insieme di cose che mi hanno fatto voler intraprendere questa strada o almeno provarci. Amo così tanto la musica ma ahimè…

Non sono un cantante a tempo pieno. Infatti una parte del tempo la dedico allo studio. Infatti sono anche uno sporadico studente di scienze umane, sebbene non abbia mai negato che il mio sogno più grande sarebbe quello di abbandonare tutto e lasciare solo la musica da portar avanti.

Stimo Will Smith come attore ma non ho idoli particolari…Se qualcuno cominciasse da zero in un percorso di tipo musicale gli direi: Impegnati, segui i tuoi sogni, impara da tutti, prendi una parte di ognuno ma rimani sempre te stesso. Non mollare mai e i impegnati ancora di più!

articoli collegati:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: