Crea sito

Lemuri presenta il suo singolo “Niente da dire”

Lemuri

Ecco ci siamo, il grande giorno per Lemuri è arrivato!

Oggi 23 febbraio esce il nuovo singolo di Lemuri!

Se ti piace Lemuri non puoi non essere un visionario!

Lemuri, alias Vittorio Centrone lo è: è un cantautore visionario, un artista a tutto tondo, che dopo aver toccato nel 2004 il vertice delle classifiche europee (è la voce maschile del brano “Dragostea Din Tea”, la ricordate?), ha creato il suo alter ego immaginario, Lemuri il Visionario.

Successivamente è diventato poi un fumetto e un’opera rock grazie alla matita di Giulio De Vita.

Inizia così la storia del suo album di inediti (il secondo dopo un esordio nel lontano 2003), “Viaggio al centro di un cuore Blu” in uscita il 9 aprile 2021 e anticipato dal singolo “Niente da dire” (negli store digitali dal 23 febbraio) su etichetta Vrec / Audioglobe distribuzione.

Un brano d’autore, tra Fossati e Gaber, con un arrangiamento monumentale:

«che racconta l’incomunicabilità delle emozioni che vanno semplicemente vissute. La vita va osservata con gli occhi colmi di meraviglia e stupore» – afferma l’artista.



Le riprese del video si sono svolte a Budapest, dove l’artista vive, ed è lo scenario perfetto, grazie alla decadente bellezza dei suoi palazzi e dei suoi ponti, per raccontare l’inesorabile scorrere della vita raccontato nel brano.


Lemuri

Lemuri in tre pregi e tre difetti. Quali sono i tuoi hobbies e di cosa ti occupi?

Così, su due piedi, tre non me ne vengono. Parlando di difetti però, me ne viene in mente subito uno che per il mio lavoro creativo è anche un pregio. La pigrizia. Mi capita di passare ore sdraiato sul divano senza fare apparentemente nulla. In realtà è proprio durante quei momenti che la fantasia viaggia e nascono gli spunti per nuove storie e canzoni.

Com’è il tuo rapporto con il tuo lavoro, ti piace quello che fai? Per te è una passione vera o ti sei adattato al contesto in cui vivi?

La parola “lavoro” nel mio caso non sarebbe corretta. Scrivere, suonare, cantare, immaginare storie e avventure, sono sempre state passioni profonde che ho esercitato costantemente a prescindere da qualunque tipo di ricompensa. Il fatto che poi, per fortuna sempre più spesso, tutto questo rappresenta anche una forma di guadagno è una meravigliosa conquista.

Quali ostacoli, se ci sono stati, hai sperimentato durante il percorso e come li hai superati? Cosa diresti a chi comincia un percorso come il tuo? Quanto è stata importante per te la passione che hai messo in quello che stavi realizzando.

Di ostacoli ce ne sono stati e continuano ad essercene tanti, soprattutto per chi ha scelto di essere sincero e di comunicare le sue idee senza troppi compromessi. Il percorso così, diventa sicuramente un po’ più lungo e tortuoso. Nel contempo però, le soddisfazioni e le gratificazioni sono più intense. Il mio consiglio per ogni artista è difendere a tutti i costi la propria integrità. È una scelta che costa fatica, ma porta ad avere un pubblico che ti stima e ti segue davvero con gratitudine e a cui si può donare ispirazione. Le persone percepiscono subito la sincerità di una proposta artistica. La passione è poi la spinta necessaria per superare i tanti momenti difficili e soprattutto perseverare nel proprio cammino.

Il tuo rapporto con la vita, il tuo motto, le tue credenze.

Il mio rapporto con la vita è magico. Credo fermamente che sia un viaggio meraviglioso da sperimentare con curiosità e stupore. Sono moltissimi i miracoli che quotidianamente ci circondano. Bisogna però non dare mai nulla per scontato e saper prendersi il tempo per fermarsi ed osservare con attenzione. Il mio motto è il cuore blu. È il simbolo della profondità e della malinconia, un sentimento che purtroppo spesso viene confuso con la tristezza ma che invece rappresenta una spinta positiva per l’anima, l’arte e la creatività.

C’è qualcuno a cui ti ispiri nella vita e per realizzare le tue produzioni?

Se penso a chi mi ha davvero ispirato non ho dubbi. Peter Gabriel e David Bowie. E sicuramente per merito loro se ho sempre pensato agli artisti come dei maghi capaci di trasformare attraverso le loro opere la routine quotidiana in bellezza, la banalità in fantastiche avventure, il dolore nella dolcezza struggente di un ricordo. Il compito di ogni artista è quello di portare il proprio pubblico a trascendere la realtà e ad osservare la vita da una nuova prospettiva, quella della fantasia. In fondo non è che la favola del pifferaio magico.

C’è un libro, un’opera o una trasmissione televisiva o radiofonica a cui ti senti legato?

Ci sono moltissime opere che mi hanno colpito durante l’esistenza. Se proprio devo dirne una, scelgo una storia, meravigliosamente scritta dal grande Oscar Wilde. Il ritratto di Dorian Gray. Penso che tra quelle pagine si possa ritrovare molta della magia e della crudele bellezza di cui è pervasa la nostra caduca esistenza.

La tua citazione famosa preferita

“La vita è ciò che ti succede mentre stai pensando ad altre cose” di John Lennon

Il tuo ultimo “successo” lavorativo, affettivo, quanto è il frutto della tua spontaneità ed esperienza e quanto invece è il risultato di fattori esterni?

Penso ci sia qualcosa di entrambi. La vita, intesa come fattore esterno, va vissuta con intensità per poter essere raccontata. Poi, il racconto per colpire ed essere assimilato da altre persone necessita di esperienza per essere trasformato in un’opera artistica e di spontaneità per non essere vuota artefazione.

Prossimi eventi?

Ho da poco iniziato una bella collaborazione con David Bonato della Vrec Music Label e quindi dopo il singolo e l’album contiamo di promuovere queste canzoni con concerti e spettacoli quando sarà nuovamente possibile farlo. Nel frattempo, grazie alla Vrec stessa, il mio produttore Roberto Manfredi e all’ufficio stampa Safe&Sound ci daremo da fare per raccontare la storia e le canzoni di Lemuri il Visionario attraverso il web, la stampa e nuovi videoclip.

Contatti

YOUTUBE – https://www.youtube.com/c/LemuriIlVisionario

FACEBOOK –  https://www.facebook.com/LemuriVisionario/

INSTAGRAM – https://www.instagram.com/lemuri/

SITO WEB – http://www.lemurivisionario.com/

Chi è Vittorio Centrone?

Pordenonese, ex del gruppo rock Futuritmi (gruppo originale di Davide Toffolo e Gianmaria Accusani), debutta come solista nel 2003 con il disco “Il porto dei Santi”.

Si muove parallelamente anche come autore scrivendo il pezzo “Chi sei non lo so” cantato da Verdiana al Festival di Sanremo 2003.

Nel 2004 è la voce maschile nel progetto Haiducii con la hit “Dragostea Din Tea” con oltre un milione di copie vendute in Europa.

Nel 2010 ha creato il suo alter ego “Lemuri il Visionario”.

Lemuri possiamo definirlo un artista completo: supportato dal fumettista Giulio De Vita, questo cantante si trasforma in un fumetto. Nasce così un libro che rappresenta allo stesso tempo un’opera rock. Questo artista è conosciuto in particolare in Italia, Stati Uniti, Canada e Francia.

Da quest’opera prendono vita i brani racchiusi nel suo ritorno discografico “Viaggio al centro di un cuore blu” previsto per la primavera del 2021.

Lemuri

Casa discografica: VREC Music Label 

Autore musica e testo: Vittorio Centrone

Edizioni musicali: davvero comunicazione

Sito Web: http://bit.ly/weblemuri 

FB: http://bit.ly/FBLemuri 

IG: http://bit.ly/IGLemuri 

articoli collegati:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: