Matteo Palermo, Vitriol Project presenta “Mr Weak”

Matteo Palermo
Matteo Palermo

Il singolo “Mr Weak” vede affiancati per la prima volta Matteo Palermo e il progetto di cui è co-fondatore: Vitriol Project, a cui prendono parte Domenico Capobianco, Francesco Valentino, Stefano Ninni, Domenico Colangelo e Vincenzo Bari .
Il brano rappresenta il punto di vista di una persona fragile, debole, che parla a chi è più forte di lui da un punto di vista sociale ed economico, ovvero individui che presi dal progresso hanno perso di vista la propria natura umana.


 
Il significato profondo della canzone si trova nei dualismi tra povero e ricco, debole e forte.


La società moderna viene raccontata con la metafora del circo: questo tiene prigioniero l’essere umano che lo ha costruito.
L’uomo corre come un criceto nella sua ruota, capendo di essere diventato più uno strumento che un fine.
 
Don’t let me go down, don’t let me down” è il grido che Mr Weak rivolge alla sua parte più animale, quando si rende conto che nel mondo in cui vive ci si “mangia” tra simili.
La lotta esistenziale tra bene e male viene ripresa anche visivamente dal videoclip tramite la contrapposizione di colori e buio.


 
Matteo Palermo nasce nel 1981 a Grumo Appula (BA).


Inizia a studiare chitarra all’età di 15 anni, dopo pochissimo inizia la sua attività live.
Negli anni si specializza nel rock e nel blues, per poi studiare lo stile gipsy Jazz.
Le sue prime pubblicazioni avvengono con la band rock Z.E.D.


L’artista calca il palco in numerose occasioni, come la partecipazione al Lecce Art Festival e le aperture ai concerti di Eric Martin, Uli John Roth ed Elio e le storie tese.
Dopo queste esperienze, inizia lo studio del canto, che lo porterà alla pubblicazione del suo primo singolo solista nel 2017 e del primo EP “A coffe with Nietzsche” nel 2019.
Nel 2020 firma con Sorry Mom! con la quale pubblica il singolo “Love is Imperfect“.
 
Nel 2021 Palermo fonda il progetto Vitriol Project insieme a Domenico Capobianco e Francesco Valentino, con l’obiettivo di proseguire in maniera uniforme la loro produzione musicale e artistica.
È di fatto un contenitore in cui musicisti e artisti possono contribuire in ogni modo possibile: dall’accompagnamento live alla composizione, fino all’ideazione e realizzazione di opere visive legate al progetto.

Spotify
Apple Music
YouTube
Deezer
Amazon Music

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: