Sete nome d’arte di Elisabetta D’aiuto si racconta su passionevera

Sete

“Le cose più belle” è il nome dell’ultimo singolo dell’artista SETE, nome d’arte della cantautrice romana Elisabetta D’aiuto, il suo singolo è davvero originale come la sua personalità.

Proprio per questo le abbiamo deciso di intervistarla

“TU” in tre pregi e tre difetti.

Pregi: Genuina, testarda, generosa . Difetti: testarda (l’altra faccia della medaglia), idealista, precisina

Parlaci del tuo singolo “Le cose più belle”

È da moltissimo tempo che volevo uscire con un singolo che mi potesse rappresentare come artista. Le cose più belle è un pezzo che non solo ha tanto di me del passato, avendo sempre suonato in giro chitarra e voce, ma mette subito in risalto lo sguardo rivolto al mondo della musica elettronica, del rap e della dance pop. Quello che è certo è che quando sento la mia musica mi piace anche ballare e vorrei riuscire a far arrivare questo anche a chi mi ascolta.

Il tuo rapporto con la musica come nasce questa tua passione?

Amo la musica da quando sono nata, nello stesso momento in cui ho imparato a parlare ho iniziato anche a cantare. Penso di aver avuto un colpo di fulmine da subito. Ma il rapporto con la musica non è sempre stato rose e fiori, accettare di lasciarle uno spazio molto significativo nella mia vita mi ha richiesto molto lavoro emotivo e molto tempo.

Di cosa ti occupi nella vita, Sete, sei cantante a tempo pieno?

Insegno canto quando non mi occupo di tutto ciò che concerne la mia musica. Adoro insegnare, e anche questo è un momento di grande condivisione.

Il tuo idolo nel mondo dell’arte dello spettacolo?

Indubbiamente Caparezza. Trovo sia un artista eccezionale. Non riesco a smettere di ascoltarlo, studiarlo e scoprire nuove sfumature dei suoi testi e dei suoi arrangiamenti.

L’opera più famosa che avresti voluto realizzare Sete

Non ci ho mai pensato a dire il vero. Se provo a immaginarlo…forse la 5° Sinfonia di Beethoven. 

La tua citazione famosa preferita Sete

Silente dice queste parole ad Harry nell’ultimo capitolo della saga “Le parole sono, nella mia non modesta opinione, la nostra massima e inesauribile fonte di magia. In grado sia di infliggere dolore che di alleviarlo”.

Sete: Prossimi eventi

Purtroppo causa covid dovremo aspettare un po’ prima di poter avere di nuovo una programmazione di concerti.

Contatti

https://www.instagram.com/sete_music/

Cosa diresti a chi comincia un percorso come il tuo?

Non è un percorso facile… probabilmente direi di crederci fino in fondo, di non farsi mai buttare giù da tutte le difficoltà che si possono incontrare. E di godersi la strada, chiedendosi meno possibile dove porta.

articolo correlato:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: