Crea sito

Battista presenta l’ultimo singolo e durante l’intervista dichiara:”quanto è bello avere perso il vizio di fingere per gli altri.”

Dopo il successo ottenuto con il singolo d’esordio “Solo un filtro” ed il concerto nella storica venue londinese The Bedford Theatre, il talentuoso cantautore Battista torna a veicolare emozioni attraverso la sua splendida voce in “Lasciamoci Andare”, il suo nuovo singolo.

Ascolta su Spotify.

“Lasciamoci andare” è una canzone allegra ma introspettiva allo stesso tempo. Parli di sbagli e nel testo della canzone usi diverse volte il termine fingere ( Fingere un sorriso, fingere di essere perfetti) Ti è capitato spesso di dover fingere?

Esatto, come dici tu il brano si presenta con un’intenzione allegra, positiva. Perché è proprio questo l’obiettivo, trovare il positivo anche in qualcosa che non lo è, e sicuramente questo periodo non lo è stato. Si, parecchie volte ho cercato di essere qualcuno per piacere a qualcun altro, privandomi così di essere me stesso, ma ho smesso.

Chi è la persona di cui parli nella canzone dicendo “l’attimo in cui ti ho perso” ? Parli di te o…?

Ah, non mi aspettavo che venisse colto questo dettaglio! Il brano non è un brano d’amore, anche se elogia l’amore come ancora di salvataggio nella vita, ma in quella frase parlo proprio a me stesso, del momento in cui fingendo di essere perfetto per gli altri vengo a perdere a me stesso, al mio essere, ai miei piaceri, ricordando poi al “finto me” quanto è bello avere perso il vizio di fingere per gli altri.

Che cosa è per te “l’attimo prima di un bacio?”

 “Come dice la frase “è un attimo” … Quel momento che a volte può essere più intimo del rapporto stesso. Credo che il bacio sia sottovalutato, io do molta importanza al bacio, è quel piccolo momento prima di baciare una persona ed io me lo godo a pieno, come quando aspetti qualcosa da tanto tempo.”

Quando usi l’espressione”gli sbagli di una vita intera” a quali ti riferisci? Cosa vuoi ricominciare di preciso?

Ma, diciamo che di sbagli ne ho fatti tanti seppur giovane. Vorrei ricominciare a vivere con il sorriso, leggero. Per tanto tempo non lo sono stato, per varie situazioni, ed oggi ho voglia e credo di meritarmi serenità .

A quanti anni ti sei appassionato alla musica?

Diciamo fin da piccolo, vedevo mia madre insieme a mio nonno cantare e far serate ed è lì che mi sono iniziato ad appassionare alla musica, avvicinandomi un po’ per distrarmi dalla vita quotidiana per poi diventare pura necessità.

Il momento in cui hai detto “da oggi canto” cosa stavi facendo, Battista? Cosa è scattato dentro di te?

“Ero nella mia cameretta, avevo bisogno di non pensare, così ho iniziato a fingere di cantare su una qualsiasi canzone famosa, come se fosse un mio concerto, ed è lì che ho capito che volevo essere realmente ad un mio concerto!”

A chi ti ispiri nella vita?/hobby/passioni/desideri/ aspettative

Mi ispiro a tutte quelle persone che partono dal nulla per arrivare dove nessuno si immaginava. Mi piace la moda, vestirmi bene mi fa stare bene con me stesso e cerco di dare un outfit ad ogni mio brano.

Prova a immaginare per un attimo, Battista, la tua vita senza musica, come sarebbe?

Monotona, noiosa ed io odio la monotonia.

Dove trovarti, contatti

Sui maggiori social come Instagram ( battistasanna_ ) Facebook ( battista sanna ) , TikTok ( battistasanna ) e Spotify e YouTube come Battista

Se ve la siete persa, eccola qui l’intervista sul mio canale Instagram di Battista:

Battista in pillole


Battista, pseudonimo di Giovanni Battista Sanna, nasce a Tempio Pausania (SS) il 25 Settembre del 1997. Il canto è da sempre la sua più grande passione, tanto che, raggiunta la maggiore età, si trasferisce a Bologna per intraprendere il percorso formativo in una delle più prestigiose Scuole di Musica italiane, la Music Academy 2000, sotto l’attenta guida della Vocal Coach Stefania Martin ed il batterista e producer Paolo Valli, figlio del celebre compositore, arrangiatore e produttore Celso Valli.

Con determinazione e dedizione, Battista intraprende il suo percorso artistico e comincia a collezionare importanti traguardi: nel 2019 giunge tra i primi 50 candidati nazionali al Festival di Castrocaro, pubblica il suo singolo d’esordio, “Solo Un Filtro” e vince il Talent Show “Like a Star” ed il CSA (Centro Sviluppo Artisti).

Grazie a quest’ultima vittoria, l’artista, insieme ad altri due colleghi, ha la possibilità di esibirsi, il 25 Febbraio del 2020, in uno dei locali più rinomati della Gran Bretagna, il londinese The Bedford Theatre, storica venue che ha ospitato artisti del calibro di Ed Sheeran, U2, i Coldplay, The Clash e Paolo Nutini.

A Marzo 2021 approda su tutte le piattaforme digitali “Lasciamoci Andare”, sua seconda release. Il brano, prodotto da Ric de Large e Dessa One, in collaborazione con il chitarrista Pietro Spisni, è accompagnato da un suggestivo videoclip ufficiale, diretto da Francesca Gallina. Tassello dopo tassello, il talentuoso cantautore sardo ha trovato spazio nel mercato discografico italiano e, soprattutto, nel cuore degli ascoltatori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: