Crea sito

I Diletta presentano l’ultimo brano “Povera città”. Una carezza per l’anima

Povera città è il nuovo singolo dei Diletta

E’ da meno di un mese che la cantante Diletta ci ha regalato il suo singolo movera Città, il  che segue l’esordio con Capita. Questo nuovo singolo parla di un incontro perso nel tempo, nella memoria. Si tratta di una canzone molto dolce che rilassa e accarezza il cuore di chi l’ascolta.

Il brano narra l’ incontro tra due persone che si incontrano una notte alla luce di lampioni e di piazze…Un’atmosfera romantica, insolita o meglio dire “una storia di amore forse solo accennata”. Si percepisce l’idea di un amore quasi sussurrato che trasforma la spettatrice in protagonista.

Testo e musica di Jonathan Tupputi
Arrangiamenti Andrea Rossini, Desirée Bargna, Luca Urbani
ProduttoreLuca Urbani
Foto e grafiche Chiara Galli
Etichetta: Discipline
Registrato a Frequenze Studio, Monza, da Matteo Agosti e Andrea Ravasio
Mixato e masterizzato da Matteo Agosti

Jonathan Tupputi
: voce, chitarra elettrica, chitarra acustica
Andrea Rossini: synth, pianoforte, batteria
Desirée Bargna: voce, violoncello
Luca Urbani: synth, basso elettrico, chitarra elettrica, cori e programmazione


Pillole su Diletta

I Diletta sono un duo nato nel 2019 da un’idea di Jonathan Tupputi, voce e chitarra, e Andrea Rossini, tastiere e arrangiamenti. Da un primo approccio rock i due amici approdano a un sound più intimo e sperimentale avvalendosi per un periodo della collaborazione di Desirée Bargna ai cori e al violoncello.

La loro idea musicale trova compimento nel primo EP “Sacro Disordine” grazie al produttore Luca Urbani (ex Soerba, con all’attivo collaborazioni illustri fra cui Bluvertigo, Alice, Garbo e tanti altri), che dona ai Diletta quel tocco elettro-pop che stavano cercando.

“Sacro disordine” concretizza il primo anno di attività passato tra prove e live nei locali del comasco, con 6 canzoni inedite, rigorosamente in italiano, a metà tra l’indie-pop elettronico e il cantautorato più intimo.

La band, sostenuta da una campagna crowdfunding lanciata sulla piattaforma Ulule, ha ultimato i lavori nell’autunno del 2020 e si prepara a far uscire il primo album.

A tu per tu con I Diletta

Perchè la città è “povera?”


Perché è faticoso stare dietro a tutte le persone e le loro fisse, paure etc…come fosse la madre di migliaia di figli

 Cosa intendete dire quando cantate “sembra di essere già nati”?


È stato un verso istintivo, credo voglia dire che in certi momenti usciamo dalle nostre routine e ci rendiamo conto di essere al mondo…non è scontato rendersene conto o ricordarselo

Parlate di un amore giovanile o per voi l’amore non ha età?

Ogni stagione ha il suo amore. È qualcosa di mutevole. Ad ogni modo nella canzone vi è sicuramente un amore, o meglio un innamoramento, giovanile


Cosa volete trasmettere con questa canzone? è un messaggio positivo o vuole trasmettere malinconia?


La malinconia non è un sentimento del tutto negativo. Può esistere un amore senza malinconia? La canzone comunque vuole raccontare è partita da una suggestione: una città di notte, deserta, avvolta dalla luce dei lampioni e dentro quella città due persone che si perdono come se la città fosse l’estensione stessa dei loro sentimenti

Quanto conta per voi l’amore?

È l’unica cosa che conta. Scusate se non ci vengono in mente altri modi meno diretti.

Passione e ragione, per voi cosa è piu importante? seguite il cuore o la ragione?


Pensiamo che questo dualismo Cartesiano sia superato. È importante la ragione del cuore e la passione insita nella mente

Aforisma, hobby, idolo, pregi e difetti e il posto in cui mettete la musica. Per voi cantare è un hobby o il vostro lavoro?

Aforisma: per dipingere una parte grande non ci vuole un pennello grande, ma un grande pennello. Parafrasandola guardate che è tanta roba
Hobby: basket e cucina etnica
Idolo: Lundini


Pregi e difetti: siamo ancora in terapia, presto per riuscire a dirvelo
Il posto in cui mettete la musica: in ogni posto libero da preoccupazioni e affanni
La musica per noi è una cosa seria, ma viviamo di altri mestieri

https://www.facebook.com/DilettaLaBand
https://www.instagram.com/diletta_la_band/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: