Simone Paladini presenta il nuovo singolo “Luce di Plastica” (Paladini Dischi)

Luce di plastica, Simone Paladini

 

Simone Paladini

Esce oggi, mercoledì 3 novembre, in radio e su tutte le piattaforme streaming “Luce di Plastica” (Paladini Dischi), il nuovo singolo di Simone Paladini.

Il cantautore romano classe ’94, ex membro del duo Influenze Negative, si affaccia così al panorama musicale con un brano riflessivo e intenso che ha scritto durante il primo lockdown, quando si è ritrovato improvvisamente bloccato ad affrontare sé stesso.

Luce di plastica, Simone Paladini



«Per una persona paranoica e ansiosa come me, anche un cielo stellato d’estate può essere estremamente stressante, tanto da non riuscire a guardarlo. – spiega 
Poi è arrivata la pandemia e la musica mi ha portato in un mondo sterile, dove le preoccupazioni e la velocità della vita quotidiana si polverizzano, lasciandomi così il tempo per sognare.
Ho iniziato a osservare, forse per la prima volta, un cielo stellato, senza la pesantezza delle mie paranoie, e ho iniziato a chiedermi: chi ha deciso la disposizione delle stelle aveva sicuramente un sacco di tempo da perdere
.»



Nasce così “Luce di plastica” che esprime il desiderio dell’artista di tornare a godere della luce naturale, contrapposta a quella artificiale, di plastica appunto, che in quel momento illuminava le grigie giornate di chiusura dovute alla pandemia.

Anche nel videoclip, online sempre dal 3 novembre, diretto dallo stesso Paladini e girato da Alessandro Boggi e Alessandro Viola a Civitavecchia, emerge questo contrasto: nelle scene di apertura e chiusura l’artista, infatti, si trova in spiaggia di fronte al mare sconfinato, l’elemento naturale che più esprime il concetto di libertà.

Nella parte centrale in cui suona con un abito elegante un pianoforte a coda, è avvolto da luci di “plastica” che rappresentano invece una sensazione di oppressione e costrizione.


Simone Paladini proviene dalla scena rap romana e da un passato fatto di successo, droghe, alcool, soldi, feste, liti.

Un melodramma dal sottofondo rap.

Poi è arrivato il momento devastante. – conclude – Ho visto morire chi con me stava condividendo questi eccessi. Ed ho realizzato che tutto quello non serviva a niente”. 

Questa scelta lo porta ad abbandonare le sonorità che hanno caratterizzato la sua produzione precedente, per avvicinarsi così al mondo pop.

 “Luce di plastica” è quindi il primo tassello non solo di progetto discografico inedito, ma anche di una seconda vita per l’artista che, sotto una nuova veste, è pronto ad intraprendere un nuovo percorso personale ed artistico.

Simone Paladini

Chi è Simone Paladini?

Simone Paladini, cantautore, classe 1994.
Si avvicina al mondo della musica nel 2010, lasciandosi influenzare sia dal rap inglese sia dai grandi cantautori italiani. Esordisce con un EP di 6 tracce chiamato “Disturbo Bipolare”.

Ex componente del duo Influenze Negative. Creato nel 2012, cercano le luci della ribalta a partire dal 2014 pubblicando il loro primo EP “RapBot vol.1”, album dalle forti connotazioni Rap/Pop.

Il passo successivo è uno stravolgimento stilistico, ricercando un nuovo senso di freschezza e genuinità. Da qui in poi si consacreranno come nuove promesse del genere “Hip-Rock”. In quel periodo Simone affronta un momento complicato della sua vita. Cosa che sì rifletterà anche sulla sua musica, a testimonianza il singolo da solista intitolato “Un Brutto Momento”. 

Nel 2015 viene pubblicato “Due Di Due”, grazie al quale Influenze Negative iniziano a farsi notare agli occhi del grande pubblico. Nello stesso anno arriverà “III Disco”, il loro primo prodotto ufficiale.

Dopo la fine della band, Simone attraversa un profondo periodo di riflessione che durerà fino al 2019, quando pubblicherà due singoli: “Per sempre” e “Tachicardia”. Fino a che si allontanerà completamente da quelli che erano i suoi vecchi generi, ricercando una sonorità pop più evoluta, dalle connotazioni più mature. Il 14 Luglio del 2021 esce “Greta”.

Instagram
Spotify
Facebook
YouTube

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: