Crea sito

Modì, L’amore è un dio. Intervista al cantante Giuseppe Chimenti

Modì,

E’ online da oggi su YouTube il video di L’amore è un dio di Modì, secondo estratto da Tsunami, il nuovo lavoro discografico in uscita l’11 maggio per Oltre le mura records. Il videoclip, con la regia di Marco Bucci, vede la partecipazione dell’editore Sandro Zioni nel ruolo di Amore, scelto per la mimica e il temperamento socievole e solare.

 

“Cosa rimane quando rinunciamo alle nostre sovrastrutture? Le sensazioni, la poesia e l’Amore. Accade ovunque siamo: a Roma, a Milano, nel mondo. Il video mette al centro proprio questo, l’Amore, impersonato dal suo improbabile protagonista, che ho scelto per il suo carattere affabile e divertente. Per le sue caratteristiche umane, Sandro, editore di professione, sembra proprio aver riportato tra i comuni mortali Cupido.

Per le sue caratteristiche umane, Sandro, editore di professione, sembra proprio aver riportato tra i comuni mortali Cupido.

 Amore è un dio che non fa distinzione e non conosce religione.

Tra passioni e punture di freccia si burla degli umani, con giocosi scherzi. Così, pur mantenendo un profondo contatto con le preziose culture custodite da Torpignattara e testimoniate dalle sonorità orientalegganti, il video rimette al centro l’uomo, la donna, il gioco scherzoso delle emozioni e del destino.” 

Modì,

“L’amore è un dio” è un brano suggestivo, ispirato al film Bangla, caratterizzato da ritmiche incalzanti e un riff divertente e ricercato. Declina l’amore attraverso le diverse culture e religioni che abitano l’affascinante quartiere di Torpignattara, scenografia dell’intero disco “Tsunami”.

 A caratterizzare “L’amore è un dio”, le sonorità anni ‘70 e ‘80 già evocate dal primo singolo estratto, “Il sogno orientale”, frutto del lavoro in studio con Fabrizio Massara (già Baustelle), produttore artistico del progetto. 

CREDITI DEL BRANO

Musica: Giuseppe Chimenti, Fabrizio Massara

Testi: Giuseppe Chimenti

Produzione artistica: Fabrizio Massara 

Suonato da: Giuseppe Chimenti

Voce, chitarre elettriche ed acustiche : Fabrizio Massara

Sintetizzatori, programmazioni, samples: Valerio Mancini –

Basso elettrico: Alex Di Nunzio –

Batteria Registrato al NMG Recording Studio – Palestrina (Roma)Ingegnere del suono,

Mix e supervisione: Alex Di Nunzio

Mastering: Alex Di Nunzio   (MODÌ )

Modì in pillole

Giuseppe Chimenti in arte Modì è un cantautore calabrese di adozione romana. Approdato nella Capitale per gli studi universitari, come molti, consegue la laurea con merito in scenografia e costume all’Accademia di belle arti.

Prima di dedicarsi alla carriera solista, milita in alcune band come chitarrista. Arriva il 2004 inizia a esibirsi cantando le proprie canzoni.

Nel 2009 debutta con il suo primo lavoro discografico, Odio l’estate, stampato in vinile in tiratura limitata dal Circolo degli artisti.

Solon nel 2012 pubblica per l’etichetta discografica Hidra Music Il suicidio della formica, il secondo disco, che riscuote pareri molto positivi. Nel dicembre del 2017 con Testa di balena, il terzo lavoro in studio, battezza l’etichetta discografica indipendente “Oltre le mura records”, fondata dallo stesso cantautore.

L’ultimo disco in studio, in uscita a maggio 2021 con la produzione artistica curata da Fabrizio Massara (ex Baustelle), si chiama Tsunami.

Il disco narra del quartiere in cui risiede l’artista, Torpignattara, ubicato a Roma est: quartiere anomalo, ricco di spunti poetici per il suo multiculturalismo, popolato da svariate etnie provenienti dall’oriente del mondo.

Un groviglio di profumi e colori che riecheggiano nel nuovo disco sotto forma di suoni e parole, che troveranno l’ascoltatore e soprattutto l’abitante del quartiere come dentro una sorta di specchio, dove è impossibile non immedesimarsi.

L’amore è un dio…Mela, serpente, religione… E’ un invito a diffidare dalla religione o dai luoghi comuni sull’amore?

“L’amore è un dio” è un titolo di un libro di Eva Cantarella, libro che ha dato spunto al titolo della canzone. Nessun invito, ma una semplice osservazione che evidenzia come l’amore sia una religione, una divinità.

Per gli antichi greci Eros (Amore) era figlio della povertà e dell’espediente, un dio nudo e scalzo pronto a prendersi gioco dei mortali colpendoli senza fare eccezione con la puntura delle sue frecce.

Citando “Il Simposio” di Platone, l’amore viene definito come “un fondo buio ed enigmatico”, quindi per essere più chiari l’amore è cieco è una forma di dissoluzione mentale.

Il desiderio auspicato nella mia canzone riguarda l’abbattimento delle barriere, quindi, l’invito è sorvolare e abbattere il muro con tutte le proprie forze. Dovessi portare un esempio riguardante la storia della canzone, citerei senza esitazione  “Heroes” di David Bowie, che concettualmente tratta lo stesso tema (di “L’amore è un dio”) da me diversamente espresso, raccontando  un amore aldilà del muro, dove si può essere eroi per giorno oltrepassandolo.


Modì, cosa intendi con l’espressione “Il cuore spesso mente”?

L’amore è cieco, si vive al buio nessuno deve vedere, il mistero fa da padrone. L’amore è anche un inganno, un incantesimo, un’emozione appartenente alla sfera enigmatica e a quel lato emotivo a cui non si devono e non si danno spiegazioni, ma dentro di noi queste muovono un universo sconfinato.


Affermare che “l’amore è un dio ” non equivale a usare un “luogo comune”?

Dovremmo affermare quindi, che gli antichi greci sono stati una civiltà banale e che racchiudevano in un luogo comune l’esistenza? I luoghi comuni sono meno luoghi comuni di quel che pensiamo dovremmo essere meno superficiali e scavare a fondo, ci sfugge la semplicità come elemento fondamentale del vivere bene e della conoscenza, vi è un problema importante perché spesso confondiamo la semplicità con la superficialità  dando un’ accezione negativa  al termine.  Ma la semplicità cela la complessità.


L’amore è passione anche o sono due cose diverse?

L’amore è anche passione ma soprattutto desiderio, amore nell’etimo del termine vuole dire desiderio. L’amore esiste li dove vi è una mancanza e per colmarla cerchiamo espedienti, soluzioni.


Contatti & Modì

Potete trovarmi su Fb come Modì, su Ig come @iosonomodì, su Spotify come Modì. Sul canale YouTube di Oltre le mura records (etichetta discografica da me fondata) potete visionare i videoclip e tutto il materiale audiovisivo.

IG: https://www.instagram.com/iosonomodi/
FB: https://www.facebook.com/modichimenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: